Green project e Ballardini sugli scudi in questo weekend

Adolfo Canal durante la gara - Ph: Mondini Michele

Adolfo Canal durante la gara - Ph: Mondini Michele

A Carrè (VI) si è disputato il “4° XC Città di Carrè – Trofeo di Primavera” 2^ prova cross country di Veneto Cup. Conferme più che attese da parte del Green Project che conquista il podio in due categorie su tre. Conferme più che attese da parte del Green Project che conquista il podio in due categorie su tre. All’ottima prestazione di Adolfo Canal dominatore della categoria esordienti ed al secondo posto di Stefano Freoni nella categoria esordienti 1° anno, che oramai non soffre di vertigini da podio, si è aggiunta anche la quinta posizione nella categoria Juniores di Elia Mazzurega.

In prospettiva grand prix d’inverno giovanile di domenica prossima a Grotte di Castro (VT) è sicuramente un grande Canal quello visto oggi a Carrè e, per il ragazzone villafranchese, partito forte in questa stagione e ci si auspica possa divenire al pari degli altri un punto di riferimento. Per i ragazzi del green project un motivo in più oggi era certamente quello di mostrarsi ai responsabili della rappresentativa veneta di essere pronti per la chiamata di Coppa Italia giovanile. Se dovessimo stilare una pagella scolastica un bel otto a tutti e tre.

Ad Ogliate Comasco (CO) nel Circuito Grand Prix Tre Provincie, top class lombarda, prova sfortunata per l’allievo 2° anno Daniel Tassetti che non è andato oltre la 21^posizione.

Emiliano Ballardini taglia il traguardo esultante - Ph: Mondini Michele

Emiliano Ballardini taglia il traguardo esultante - Ph: Mondini Michele

Da Andora (SV), invece, prima prova del Trek Zerowind Off Road Challenge altrettante buone notizie per Emiliano Ballardini che, con una prova a dir poco impeccabile, in un solo colpo porta a casa prima posizione nella categoria master 3 e la maglia di leader del miglior challenge nazionale. All’exploit del trentino che ottiene anche la 18^ posizione assoluta, si aggiunge la terza posizione di Francesco Vaia nella categoria elite master e il quinto posto di Diego Vassanelli nella categoria master 5. Il fiemmese giunto quest’anno in punta di piedi, sembra lanciato con grande impeto verso una posizione che lo vedrà sicuramente protagonista nelle più importanti granfondo. Per il veronese Vassanelli, oltrechè una conferma, anche il momento della consacrazione fuori le mura regionali.

A questi tre grandi interpreti odierni si aggiungono sempre ad Andora le buone prestazioni di Alessio Agostini e di Michele Pezzotta nella elite master, di Paolo Baruffaldi e Mirco Brentegani nella master 3, di Valeriano Dalla Bernardina nella master 1 e di Diego Festi nella master 4. Non particolarmente entusiasta della trasferta è sembrato Dimitri Modesti calato in Liguria per fare bottino, ha dovuto arrendersi vittima di una noia tecnica alla prima discesa. Peggio è andata al compagno Stefano Severgnini che è stato costretto al ritiro a seguito di una rovinosa caduta, risolta nel migliore dei modi con le pronte cure dei sanitari.

Nessuna prestazione di rilievo alla 1^ Gran Fondo di Bardolino (VR) dove l’atleta di punta Andrea Biasioli è stato attardato da noie meccaniche.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Login

Lost your password?